ALL’IMPROVVISO Indugio, le mani sul tavolo vuoto, le altrui smanie sempre scruto, sorrido e fingo, seppur qui fermo, lungo è il tempo così perso. Spero,…

Stati di dispersione

17 Gennaio 2020 0

Stadi di dispersione Di Vladimir D'Amora Perché destinammo altre partite sporche anche alle carte di natura. In spire di metallo psichico, motivammo stupori elementari riproducendo…

Nutriva il desiderio di diventare un «Oratore di fama mondiale» (così si legge nella nota biografica contenuta nell’annuario del 1951 della Westmount High School). È…

Di Viola Amarelli I. da qualche parte, in qualche tempo, qualcuno II. il conto, infinitesimale, del macellaio III. ammutola per scanto, stanchezza delle labbra, fatica…

Di Andrea Gruccia Icari tra gli acari In certe mattine l’entusiasmo è come delfini che corrono il mare nello stomaco torna in superficie qualcosa di…

Giocattoli e disincanto

27 Novembre 2019 0

Di Geraldine Meyer Si può dire che Nicola Vacca, da anni, scriva la stessa poesia. E con questo non voglio dire che si ripeta. Anzi. Vuol…

Tratti Di Vladimir D'Amora 1. Ricordi? Stavamo in pozzi di futuro, due o tre ominidi, nella spassosa essenza.Esistenti solo per contagio. 2. Mi è accaduto di…

Dire sì, a ogni così

26 Settembre 2019 0

Di Vladimir D'Amora Dire sí, a ogni cosí. Sí, senza alcuna dimensione nota, senza contatto: senza alcuna dimensione ignota: senza il rischio di trovarsi, nel perdersi:…