Gang of Four e la vera fusione punk funky dub

Gang of Four e la vera fusione punk funky dub

Leeds non viene nominata mai..sempre Liverpool, Londra, perfino Brighton o Guilford. Eppure quella città è la patria dei Gang Of Four, veri firmatari della fusione punk/funky/dub consacrata con l’epico “Entertainment” di “Ether” e “At Home He’s A Tourist”.
L’EP “Damaged Goods” trova spiragli di luce negli scaffali affollati del 1978. Basta far partire la titletrack, velocizzata in “Entertainment“, e capiamo cosa hanno in mete questi ragazzi. Ma si tratta veramente di un assaggio, visto che il primo lavoro sarà veramente lo zenit del combo.
Il ritmo ska della chitarra, la voce nervosa e l’impronta dub del basso sono i tratti peculiari della band e di tutta la generazione post punk. I Gang Of Four sono semplicemente sfacciati.
Non vogliono compromessi o manipolazioni.
Armalite Rifle” fa rifiorire il beat scanzonato ed ubriaco dei Kinks e della psichedelia. L’acerbità pungente e beffarda è proprio il colpo di grazia per i Gang Of Four. “Love Is Like Anthrax” è l’ultimo brano dell’EP. Il basso è la voce del post-punk, non c’è niente da fare. Le quattro corde di Dave Allen godono nel dirigere e nell’essere sovrastate allo stesso tempo dalla chitarra satura di Andy Gill. Incroci di voci ci ossessionano per tutta la canzone fino a sfumare, ad essere quasi interrotte dall’imminente finale, che più anti-tradizionalista di così non si può.
Dopo il successo di “Entertainment” arriva il secondo lavoro “Solid Gold”, dove si accentua la matrice funky e si sfornano altri due bei capitoli, ovvero il tour de force di “What All We Want” e l’accattivante “Paralysed”. Da qui in poi ci sarà una perdita del fascino iniziale a causa di un cambio di rotta, caratterizzato dalla voglia di far salpare qualche brano nelle Single Charts, come per esempio “I Love A Man In Uniform” e “To Hell With Poverty”.
Prendeteli ed ascoltateli tutti.

Demaged Goods e altri Book Cover Demaged Goods e altri
Gang of Four
Post punk
1978