Ecco, è domenica e non poteva mancare il consueto rilancio di un pezzo dei cugini de L’Arenone

Recesioni a “pizza e fiki”

…dalla libreria della signora Giovanna

Da non molto tempo ho scoperto la scrittrice Elisabeth Jane Howard, inglese, scomparsa nel 2014 all’età di 91 anni. Non so, sinceramente, se era già nota in Italia e se era tradotta o si leggeva solo nella sua madrelingua. Un giorno in libreria notai una copertina stupenda, presi in mano il libro e lessi l’aletta di quarta di copertina, subito dopo l’aletta di prima di copertina, dove era la trama del libro in questione: Gli anni della leggerezza.Compresi che mi sarebbe piaciuto e lo acquistai. In effetti si rivelò, per i miei gusti, sublime, stupendo, elegante, raffinato, eccitante e commovente. Ho fatto parecchie volte le ore piccole per leggere un libro e mi successe anche per questo.

Letteralmente divorato la prima volta, riletto lentamente la seconda per gustare tutto, ma proprio tutto. Guardavo la copertina, affascinata anche da quella, e mi rallegravo di aver trovato quello splendore. Un libro a me fa bene al cuore. Sulla copertina in basso c’era scritto ‘La saga dei Cazalet’. Avevo iniziato una ‘saga’ e la cosa mi entusiasmava.

Nel tempo furono pubblicati altri 4 volumi e li ho letti tutti con immenso piacere. La trama naturalmente non la svelo, dirò solo che i Cazalet sono una famiglia inglese abbastanza numerosa, agiata economicamente appartenendo alla borghesia medio alta londinese. La storia inizia negli anni immediatamente precedenti la seconda guerra mondiale e si dipana fino agli anni Cinquanta, e segue le vicende di tre generazioni. Quello che mi piace dell’autrice è lo sguardo con cui analizza i personaggi. Si cala nei panni dei vari personaggi e narra le vicende dal loro punto di vista. E’ una donna ironica, senza pregiudizi e acuta.
Vi ricordo La saga dei Cazalet, 5 volumi. Fazi editore.

Per leggere L’Arenone cliccate su www.arenone.it